Villa San Rocco – Una breve storia

L'origine di San Rocco resta un mistero. Le fondamenta della villa, comprese la cantina e l'ala sud, risalgono al 14o secolo, quando il complesso, molto più ampio dell'attuale dimora, era probabilmente un seminario e una sosta per i pellegrini. La cappella di fronte al cancello principale è dedicata a San Rocco – santo patrono delle malattie – e gli stanchi viaggiatori che percorrevano il cammino Francescano, trovavano cure e riposo nelle stanze vaste e silenziose e nel giardino. Gli emblemi di un gruppo religioso Cristiano, ancora non identificati, sono ancora visibili sopra la porta inferiore.

 

Nel 1688 tutto cambiò. Una ricca famiglia di mercanti di Lucca, i Benedetti, acquistò la proprietà e demolì la porzione superiore della costruzione principale, della quale apparentemente non resta alcuna testimonianza. Fedeli alla moda del tempo, fu costruita una struttura Barocca con un portico aperto e un terrazzo coperto al di sopra e la cappella privata situata di fronte fu ristrutturata con uno stile simile. Villa Benedetti, come fu rinominata, era la residenza principale del paese, e comprendeva molti dei terreni nell'area del paese e anche oltre.

A metà del 19o secolo, un disastro colpì il paese di Benabbio, un'epidemia mortale di colera asiatico. 46 dei 900 abitanti morirono, incluso il giovane Benedetti. Le fortune della famiglia svanirono lentamente, insieme a quelle di Bagni di Lucca e di altre comunità della zona, fino a quando nel 1960 l'ultimo discendente diretto, monsignor Amadeo Tofani, lasciò la villa all'associazione per gli orfani di Carlo del Prete, che aveva sede a Lucca. Sotto lo sguardo vigile delle suore dell'associazione, per un quarto di secolo la villa fu una residenza estiva per orfani e bambini abbandonati. La casa, nel frattempo, era stata trascurata. Battuta dai freddi venti invernali e colpita dalla mancanza di fondi dovuta alla dismissione degli istituti privati a favore degli orfanotrofi statali, negli anni '80 la villa non era più in condizioni abitabili. Le porte furono sigillate e per due decenni la villa fu lasciata marcire.

Alla fine del 2004, dopo più di 3 anni di ricerche e negoziati, l'eminente chirurgo ortopedico Inglese, Jonathan Beacon acquistò le rovine note in paese semplicemente come 'Carlo del Prete'. Recandosi presso un collega che abitava nei paraggi, durante gli anni aveva potuto assistere all collasso sempre più rapido della villa ed era determinato a salvare l'edificio. In quel periodo la sezione nord del tetto e tutto ciò che vi era al di sotto era crollato verso l'interno, molte delle travi principali e delle finestre erano marcite e il giardino, prima una favola, si era trasformato in un incubo.

Visiting a nearby colleague over the years, he had witnessed the villa’s hastening collapse and determined to save the building, if nothing else. By now, the northern section of the roof and everything below had fallen in; many of the principal beams and the windows had rotted and the garden had become a nightmare from a fairytale. In modo quanto mai appropriato, una squadra di operai edili del luogo, dal nome Benedetti, fu incaricata di portare a termine il restauro, che cominciò alla fine del 2005. Ogni caratteristica originale che poteva essere recuperata fu accuratamente preservata; tutto ciò che negli anni aveva subito l'usura del tempo e la trasformazione istituzionale degli anni '60 fu rimpiazzata da materiali del posto lavorati con tecniche tradizionali: legno di castagno della valle del Lima per le travi e le finestre, piastrelle di terracotta lavorata a mano per il tetto e i pavimenti, rifiniture in ottone create dalle botteghe artigiane del posto.

Per una casa rinata occorreva un nuovo nome. San Rocco trae la sua ispirazione dalla cappella che si trova di fronte all'entrata, indicando il luogo in cui i viaggiatori per circa sette secoli o forse più si sono recati per cercare conforto, riparo e cure. Anche se Mr. Beacon Senior in persona non risiede nella villa, speriamo che riuscirete a raggiungere la vostra condizione di sollievo e pace per il corpo e per lo spirito. Inoltre ci auguriamo che diventiate voi stesse parte della storia in continua evoluzione di Villa San Rocco.

 

Prossimi eventi

Nessun evento in programma

Contact


Popup